Cerca

NeuroDiversaMente

La Libertà nasce da un gesto di Sfida!

Tag

Slow Medicine

Dott. Google e la Salute

 

“Buongiorno a tutti.

Innanzitutto un sentito ringraziamento agli organizzatori di questo evento per aver pensato a me per questa testimonianza su un argomento così attuale e importante come l’uso della rete, di internet da parte dei pazienti e l’impatto che questo strumento e il suo utilizzo hanno all’interno del percorso di Cura e della relazione tra professionista e paziente.

Mi chiamo Claudio Diaz, ho 38 anni e sono referente per il Veneto dell’Associazione Italiana Vivere la Paraparesi Spastica Ereditaria; gruppo di patologie genetiche neurodegenerative che colpiscono prevalentemente il primo motoneurone.

Continue reading “Dott. Google e la Salute”

Annunci

Una storia. Un punto di vista.

Slow Medicine per una Cura sobria, rispettosa e giusta

 

imm-intestaz

 

Buon pomeriggio a tutti e grazie per l’attenzione che mi state dedicando.
Spero sinceramente il mio intervento possa fornirvi una visione alternativa di cosa significhi essere pazienti e percorrere l’accidentato cammino all’interno della selva sanitaria in cui medici e pazienti finiscono troppo spesso per contrapporsi in una sorta di battaglia ove gli uni sembrano nemici degli altri invece che alleati in un percorso la cui meta dovrebbe essere la Salute.
Salute intesa non solo come equilibrio dinamico tra mente, corpo e spirito, ma anche sociale. Continue reading “Una storia. Un punto di vista.”

Dite la vostra sulle liste d’attesa

liste-di-attesa

 

Slow Medicine, come è abituata a fare, chiede ai diretti interessati di esprimere la propria opinione al fine di migliorare le cose attraverso l’esperienza e i suggerimenti di ciascuno.
Gaber diceva: “Libertà è Partecipazione” ed è una verità inattaccabile. E’ fondamentale partecipare se si desidera che le cose cambino, altrimenti restano frivole lamentele da bar. Continue reading “Dite la vostra sulle liste d’attesa”

Start Well, Live Well, Age Well

13418907_604786169687493_6689477227990527648_n (1)

Cosa potrebbero fare i Servizi Sanitari per far sì che i pazienti con problematiche croniche diventino ‘consapevoli’?

E cosa non dovrebbero fare?

 

 

Buon giorno a tutti,

Per prima cosa voglio esprimervi il mio più sentito ringraziamento per l’attenzione che mi state porgendo e per l’interesse, fortunatamente sempre crescente, all’ascolto della voce del paziente ed in generale del cittadino. Continue reading “Start Well, Live Well, Age Well”

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: